Il parere di Regione alla Valutazione Ambientale del Masterplan di Malpensa infiamma Legambiente

La Regione sacrifica 44 ettari di brughiera agli interessi dell’aeroporto a fronte di insignificanti compensazioni che di ambientale hanno ben poco

La Giunta della Regione Lombardia ha approvato il proprio parere sulla valutazione di impatto ambientale del progetto “Aeroporto di Milano Malpensa – Masterplan 2035” sviluppato da ENAC. Un passaggio che si stava attendendo da tempo per conoscere le sorti di 44 ettari di brughiera dall’elevato valore ecologico, minacciati proprio dall’espansione dell’aeroporto. Secondo l’Assessore all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo, la “Proposta è ambientalmente compatibile con prescrizioni e interventi di mitigazione”, posizione che Legambiente respinge con forza.

“Ma come si fa a prendersi sul serio nel dire una cosa del genere? – dichiara Barbara Meggetto, presidente di Legambiente Lombardia – Siamo di fronte al paradosso: da un lato Regione fa grandi annunci sulla Strategia regionale per la biodiversità, e dall’altro si concede a SEA di distruggere 44 ettari di un ambiente naturale unico. Un’area di grande valore per la biodiversità, unica nel Nord Italia e insostituibile per il suo significato ecologico, è considerata da Regione non sufficientemente importante rispetto alla valenza infrastrutturale di un’area cargo che invece potrebbe trovare altre collocazioni all’interno dell’immenso sedime di Milano Malpensa, semplicemente modificando il progetto. Dobbiamo constatare che nessuno in Regione, né l’assessore all’ambiente Cattaneo né quello ai Parchi Rolfi, hanno intenzione di muovere un dito per salvare la biodiversità del parco del Ticino.”

L’accordo firmato con i sindaci del territorio apre a  compensazioni che di ambientale non hanno nulla, trattandosi soprattutto di opere viabilistiche per dare un contentino ai comuni, opere peraltro già decise nel precedente Masterplan e che quindi avrebbero dovuto essere già state realizzate a suo tempo.

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Post correlati

Potrebbe interessarti

Comunicati Stampa

VIII Summit Nazionale delle Bandiere Verdi di Legambiente

Premiate le innovazioni e le progettualità sostenibili espresse lungo l’arco alpino, minacciato da crisi climatica e spopolamento abitativo La Lombardia seconda a pari merito con Veneto e Valle d’Aosta con quattro bandiere verdi in più, subito dietro le cinque del Piemonte Una nuova bandiera nera è lombarda: nella bergamasca un progetto di collegamento intervallivo sciistico vecchio di venticinque anni è stato riproposto per l’approvazione Accedi qui alla cartella stampa digitale

Read More »
Comunicati Stampa

Oggi è stata la Giornata Europea dei Parchi

Le aree protette mitigano gli effetti della crisi climatica e riducono le devastazioni causate degli eventi meteorologici estremi, ma in Lombardia mancano ancora molti tasselli per tutelare i territori e la biodiversità Legambiente: “Poco è stato fatto rispetto alle nostre richieste, Regione e gli amministratori lombardi amplino le aree protette nei loro territori e chiedano il completamento di parchi e PLIS, bisogna andare molto più spediti.” Scarica questo comunicato stampa

Read More »
Comunicati Stampa

Domenica 26 maggio 2024 Bicipace, la più importante pedalata lombarda, compie quaranta anni continuando a promuovere la pace e il disarmo

Centinaia di cittadini in bicicletta attraverseranno come ogni anno le provincie di Milano Varese e Novara per convergere nel Parco del Ticino, arrivo alla Colonia Fluviale di Turbigo Legambiente: “La bicicletta, veicolo di pace, ricorda ogni giorno la necessità di ridurre la domanda di combustibili fossili, tra le maggiori cause di conflitti armati e di disastri ambientali.” Scarica questo comunicato stampa Scarica il programma completo in pdf di Bicipace 2024

Read More »
Comunicati Stampa

Radioattività dalle ceneri dell’acciaieria ARVEDI di Cremona: intensificare i controlli e verificare che le acciaierie lombarde siano attrezzate per espletarli

Legambiente: “Perché l’acciaieria non controlla i materiali in uscita? Chiediamo che sia data un’adeguata informativa circa la sicurezza radiologica dentro e fuori dallo stabilimento, e che sia verificata la sicurezza della discarica di scorie” Scarica questo comunicato stampa Il rilevamento di radioattività in otto container di ceneri d’acciaieria, provenienti dalla Arvedi di Cremona e avviate al trattamento presso lo stabilimento sardo di Porto Vesme, da dove sono state respinte per

Read More »